Japan Virtual Tours – Four Amazing Hiking Trails in Kamakura With the Swiss Club Tokyo

EN

Hello my amazing followers! 2022, as its predecessors, did not start in the best way, what a crazy world we live in. Luckily, spring is here, and at least we can start hiking again to release some stress. I share with you the four excursions we do with the Swiss Club Tokyo each year. Our amazing guide, Peter, the club’s president, leads us through interesting trails. Let’s see them one by one!

Takatori Yama: A climber’s paradise
This is the first hike of the year we had the pleasure to repeat yesterday. It is the most demanding one, because it’s long, and on the path, there are a couple of tricky passages. It is the best for the most adventurous ones! The meeting point is Kamakura station’s East Exit, where we take the bus to reach a spot close to the entrance of the Asahina Pass. From there, we climb up a steep passage through the forest until we reach Kumano Shrine, hidden in the woods, built to protect the ancient path. After a brief stop for pictures, we proceed on the trail through the forest. In 2021 this was my first hike with Peter, but it was late May, already too hot for me, and at a certain point I almost fainted! Luckily, he gave me a soy bar that helped me regain some energy. This time of course it did not happen. In the middle of the trail, there is a giant Buddha carved in the rocks, which I love, and it is where we took the group picture this year (the cover). Greeted the Buddha and after a couple of hours of walking, we reach Takatori Yama, an old quarry, now the paradise for climbers. There, we can enjoy watching people climbing the rocky walls and have lunch under the shade created by the big rocks. There is also an observation deck from which you can get an amazing view over Yokohama and the Miura Peninsula. After the lunch break, we head towards the end of the excursion. The descent is very adventurous, passing by beautiful temples, statues of Ojizo sama, and Torii gates. The arrival point is Higashi Zushi station, from which we take the train to Kamakura, where it is possible to stop for some shopping and having a snack, then proceed back home in Tokyo.

Daibutsu Trail: Amazing temples and shrines
The meeting point for this beautiful trail is Kitakamakura station, one stop before Kamakura. From there, we start our walk towards Genjiyama park, our destination for the lunch break. This trail is perfect for families with kids, because it is not demanding at all, and passes by many temples and shrines where you can perform fun activities and take beautiful pictures. You can try breaking a small dish on a rock to get fortune (I made it!) at Kuzuharaoka Shrine, or light up incense and wash your money at the Zeniarai Benzaiten Shrine (some people wash cash, but to save time I suggest using only coins). In an hour and a half or less, we reach Genjiyama park, at the center of which there is the big statue of Minamoto no Yoritomo, the founder and the first shogun of the Kamakura shogunate of Japan. At the park, we can relax under the trees and lay on the soft grass. Once we finished eating, we continue towards our last stop: The famous Kamakura Daibutsu in the Kotoku-in Temple! I have already seen it at least two or three times, same for my friends, so at the time of the hike we decided to go have a walk by the sea instead, and then go back to Tokyo from Kamakura station.

Kinubari Yama: Between history and nature
For this adventure we meet again in Kamakura station’s East Exit, where we depart towards Nagoe Kiridoshi, an ancient pass. We start by visiting the Mandarado Yagura historical site, which hosts a collection of ancient samurai tombs. It is very peculiar to see, since it’s a rocky wall full of holes and gorintos, the five-ring pagodas or stupas, used as grave markers. You can get closer and watch it from below or take the stairs and have a look at it from above the hill. Peter informed us that it is not accessible all year round, but only in specific seasons, so he took the chance to bring us there at the right time. The site is usually open to the public during spring and autumn, only on certain days. There, you will find explanation boards and a small booth where the staff can explain facts about it. After taking a group picture at the top of the hill, we continue our hike until the very top of Kinubari Yama, from which we have one of the best views ever on Mount Fuji and the bay! It is simply breathtaking, especially on a sunny day with a blue sky and no clouds. During our hike, we were so lucky to find no one at the top of the mountain, so we had the chance to have lunch exactly there, putting our picnic sheets on the flat rocks. When we finish our break, we start our descent to the last stop of our tour, the famous Tsurugaoka Hachiman Shrine. From there, it is possible to have a snack at the Tsurugaoka Museum Café, and then reach Kamakura station passing by its famous shopping street.

Tenen Trail: Beautiful autumn foliage
This is the last Kamakura hike for the year, and it is incredibly majestic: It is possible to enjoy the autumn foliage in all its splendour! The meeting point is again in Kitakamakura station, from which we start our walk towards Kenchoji temple, which I discovered I already visited back in 2017, during my second trip to Japan (the one that made me realize I could move here!). The admission fee is 500 yen. You have access to the main halls in which you can also meditate, you can sit in front of the beautiful Japanese garden, and finally access the Tenen trail at the back of the temple grounds through a stone staircase. While accessing the trail, we pass by many Shinto statues like Komainu (guardian dogs), frogs, and many Tengu, the Yokai (spirit) of mountains and forests. Our ascent is a bit demanding since it is made of a lot of steps. We take it slow and once at the top we can have a beautiful view on Mount Fuji. We continue walking through the forest until we reach a big open space, where we can have our lunch. During our hike’s lunch break, kids were running around and playing with big straw sticks, while giant hawks were flying above our heads. After lunch, we start going down the mountain passing through a stunning Momiji forest with leaves red like fire. I cannot describe how beautiful the view was, not even the pictures can give it enough credit. Once exited the woods, we passe by the area of the ancient Youfukuji Temple, now a peaceful park with a lake. We end our tour at the Tsurugaoka Hachiman Shrine again. This time, we had a drink at the Tsurugaoka Museum Café, before passing by Kamakura shopping street where I bought a cute tote bag, and then took the train to Tokyo.

And these were the four trails of the Swiss Club Tokyo in Kamakura! Which one do you prefer from the descriptions above and you would like to try? Let me know in the comments! I really liked the Daibutsu Trail because it was fun visiting all the temples and shrines, while from the Kinubari Yama we could have an amazing view of my beloved Mount Fuji. But overall, I enjoyed all of them and I would like to do them again and again. Do not forget to follow me on my social media channels for the pictures!

Thank you so much,

Elly

Discover more about my Japanese experience: Inside Japan | Inside Japan – The Exhibition | Inside Japan – Living Tokyo! | Inside Japan – Virtual Tours!

IT

Ciao miei fantastici follower! Il 2022, come i suoi predecessori, non è iniziato nel migliore dei modi, in che mondo pazzo viviamo. Per fortuna è arrivata la primavera, e almeno possiamo ricominciare a fare trekking per scaricare un po’ di stress. Condivido con voi le quattro escursioni che facciamo ogni anno con lo Swiss Club Tokyo. La nostra fantastica guida, Peter, il presidente del club, ci conduce attraverso interessanti sentieri. Vediamoli uno per uno!

Takatori Yama: il paradiso degli scalatori
Questa è la prima escursione dell’anno che abbiamo avuto il piacere di ripetere ieri. È la più impegnativa, perché è lunga, e sul sentiero ci sono un paio di passaggi insidiosi. È la migliore per i più avventurosi! Il punto d’incontro è l’uscita est della stazione di Kamakura, dove prendiamo l’autobus per raggiungere un punto vicino all’ingresso del Passo Asahina. Da lì, saliamo un ripido passaggio attraverso la foresta fino a raggiungere il Santuario di Kumano, nascosto nel bosco, costruito a protezione dell’antico sentiero. Dopo una breve sosta per le foto, proseguiamo sul sentiero attraverso il bosco. Nel 2021 questa è stata la mia prima escursione con Peter, ma era fine maggio, già troppo caldo per me, e ad un certo punto sono quasi svenuta! Fortunatamente, mi ha dato una barretta di soia che mi ha aiutata a ritrovare un po’ di energia. Questa volta ovviamente non è successo. Nel mezzo del sentiero, c’è un Buddha gigante scolpito nella roccia, che adoro, ed è qui che abbiamo scattato la foto di gruppo quest’anno (la copertina). Salutato il Buddha e dopo un paio d’ore di cammino, raggiungiamo Takatori Yama, un’antica cava, oggi paradiso degli scalatori. Lì possiamo divertirci a guardare le persone che si arrampicano sulle pareti rocciose e pranzare all’ombra creata dalle grandi rocce. C’è anche una piattaforma di osservazione da cui si può godere di una vista straordinaria su Yokohama e la penisola di Miura. Dopo la pausa pranzo, ci dirigiamo verso la fine dell’escursione. La discesa è molto avventurosa, passando per splendidi templi, statue di Ojizo sama e portali Torii. Il punto di arrivo è la stazione di Higashi Zushi, da cui prendiamo il treno per andare a Kamakura, dove è possibile fermarsi per fare shopping e uno spuntino, per poi tornare a casa a Tokyo.

Daibutsu Trail: templi e santuari incredibili
Il punto d’incontro di questo bellissimo sentiero è la stazione di Kitakamakura, una fermata prima di Kamakura. Da lì, iniziamo la nostra passeggiata verso il parco Genjiyama, la nostra meta per la pausa pranzo. Questo sentiero è perfetto per le famiglie con bambini, perché non è affatto impegnativo, e passa vicino a molti templi e santuari dove è possibile svolgere attività divertenti e scattare bellissime foto. Potete provare a rompere un piattino su una roccia per avere fortuna (ce l’ho fatta!) al Santuario Kuzuharaoka, oppure accendere incenso e lavare i vostri soldi al Santuario Zeniarai Benzaiten (alcune persone lavano contanti, ma per risparmiare tempo suggerisco di usare solo monete). In un’ora e mezza o meno, raggiungiamo il parco Genjiyama, al centro del quale si trova la grande statua di Minamoto no Yoritomo, fondatore e primo shogun dello shogunato di Kamakura del Giappone. Al parco possiamo rilassarci sotto gli alberi e sdraiarci sull’erba soffice. Una volta finito di mangiare, proseguiamo verso la nostra ultima tappa: il famoso Kamakura Daibutsu nel tempio Kotoku-in! L’ho già visto almeno due o tre volte, lo stesso per i miei amici, quindi al momento dell’escursione abbiamo deciso di fare invece una passeggiata in riva al mare, per poi tornare a Tokyo dalla stazione di Kamakura.

Kinubari Yama: tra storia e natura
Per questa avventura ci ritroviamo all’uscita est della stazione di Kamakura, da dove partiamo verso Nagoe Kiridoshi, un antico passo. Iniziamo visitando il sito storico di Mandarado Yagura, che ospita una collezione di antiche tombe di samurai. È molto particolare da vedere, trattandosi di una parete rocciosa piena di buchi e gorinto, le pagode o stupa a cinque anelli, usate come lapidi. Potete avvicinarvi e guardarlo dal basso o prendere le scale e dargli un’occhiata da sopra la collina. Peter ci ha informato che non è accessibile tutto l’anno, ma solo in determinate stagioni, quindi ha colto l’occasione per portarci lì al momento giusto. Il sito è solitamente aperto al pubblico durante la primavera e l’autunno, solo in determinati giorni. Lì troverete pannelli esplicativi e un piccolo stand dove il personale può spiegare fatti a riguardo. Dopo aver scattato una foto di gruppo in cima alla collina, continuiamo la nostra escursione fino alla cima del Kinubari Yama, da cui abbiamo una delle migliori viste mai viste sul Monte Fuji e sulla baia! È semplicemente mozzafiato, soprattutto in una giornata di sole con un cielo azzurro e senza nuvole. Durante la nostra escursione, siamo stati così fortunati da non trovare nessuno in cima alla montagna, quindi abbiamo avuto l’occasione di pranzare esattamente lì, mettendo i nostri teli da picnic sulle rocce piatte. Quando finiamo la nostra pausa, iniziamo la nostra discesa verso l’ultima tappa del nostro tour, il famoso Santuario Tsurugaoka Hachiman. Da lì è possibile fare uno spuntino al Tsurugaoka Museum Café, per poi raggiungere la stazione di Kamakura passando per la sua famosa via dello shopping.

Tenen Trail: bellissimo fogliame autunnale
Questa è l’ultima escursione a Kamakura dell’anno, ed è incredibilmente maestosa: è possibile godersi il fogliame autunnale in tutto il suo splendore! Il punto d’incontro è di nuovo alla stazione di Kitakamakura, da cui iniziamo la nostra passeggiata verso il tempio di Kenchoji, che ho scoperto di aver già visitato nel lontano 2017, durante il mio secondo viaggio in Giappone (quello che mi ha fatto capire che potevo trasferirmi qui!). Il prezzo di ingresso è di 500 yen. Avete accesso alle sale principali in cui potete anche meditare, potete sedervi davanti al bellissimo giardino giapponese e infine accedere al sentiero Tenen sul retro del tempio attraverso una scala in pietra. Mentre accediamo al sentiero, passiamo davanti a molte statue shintoiste come Komainu (cani da guardia), rane e molti Tengu, lo Yokai (spirito) delle montagne e delle foreste. La nostra salita è un po’ impegnativa poiché è fatta di tanti gradini. Andiamo piano e una volta in cima possiamo avere una bellissima vista sul Monte Fuji. Continuiamo a camminare attraverso il bosco fino a raggiungere un grande spiazzo, dove possiamo pranzare. Durante la pausa pranzo della nostra escursione, i bambini correvano e giocavano con grandi bastoni di paglia, mentre falchi giganti volavano sopra le nostre teste. Dopo pranzo, iniziamo a scendere dalla montagna passando attraverso una splendida foresta di Momiji con foglie rosse come il fuoco. Non posso descrivere quanto fosse bella la vista, nemmeno le foto possono dargli abbastanza credito. Una volta usciti dal bosco, si passa dall’area dell’antico tempio Youfukuji, oggi un tranquillo parco con un lago. Concludiamo di nuovo il nostro tour al Santuario di Tsurugaoka Hachiman. Questa volta, abbiamo bevuto un drink al Tsurugaoka Museum Café, prima di passare per la via dello shopping di Kamakura dove ho comprato una tote bag carina, e poi preso il treno per Tokyo.

E questi erano i quattro sentieri del Swiss Club Tokyo a Kamakura! Quale preferite tra le descrizioni sopra e vorreste provare? Fatemi sapere nei commenti! Mi è piaciuto molto il Daibutsu Trail perché è stato divertente visitare tutti i templi e santuari, mentre dal Kinubari Yama abbiamo potuto avere una vista meravigliosa del mio amato Monte Fuji. Ma nel complesso, mi sono piaciuti tutti e mi piacerebbe rifarli ancora e ancora. Non dimenticate di seguirmi sui miei canali social per le foto!

Grazie mille,

Elly

Scoprite di più sulla mia esperienza giapponese: Inside Japan | Inside Japan – The Exhibition | Inside Japan – Living Tokyo! | Inside Japan – Virtual Tours! 

One thought on “Japan Virtual Tours – Four Amazing Hiking Trails in Kamakura With the Swiss Club Tokyo

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s